Registrati o Accedi per entrare nel Social

Marotta: «Vogliamo andare avanti con Allegri»

Condividi questo articolo

«Se non mi mandano via, resto anche il prossimo anno», ha detto Massimiliano Allegri nel corso della notte di festeggiamenti per la conquista del settimo scudetto di fila, il quarto personale alla guida del team bianconero. E anche l’amministratore delegato Beppe Marotta, proprio la sera della partita dell’Olimpico, aveva esternato la volontà sella società di proseguire il rapporto con l’allenatore livornese. E allora? Perché non ufficializzano? Forse perché prima c’è da confrontarsi sul calciomercato. Ci sono giocatori in partenza, soprattutto i terzini. C’è Buffon che lascia. E altri a rischio uscita, come Mandzukic. Che farà la società? Il tecnico e la dirigenza dovranno decidere insieme la campagna di rafforzamento, anche per dare l’assalto alla Champions. Insomma, sembra quasi di essere di fronte agli estenuanti contatti per la formazione del nuovo governo: Allegri e la Juve dovranno stilare un programma.

Incontro Marotta – Allegri dopo la festa di sabato

Il «contratto» no, quello c’è. Lo ha ricordato Marotta, precisando che scadrà solo nel 2020. Ma ha poi aggiunto «che questo è relativo». Ovvero, se fosse necessario, si arriverebbe a un divorzio consensuale. Ma al momento non ci sono i presupposti. «Il rapporto tra la società e Allegri ha funzionato al massimo, credo che si possa continuare», ha detto ancora Marotta, ponendo l’accento sull’incontro già in agenda per «la prossima settimana». Dopo la festa, che la Juventus vorrebbe fare in città oltre che all’Allianz Stadium, nella passerella con il Verona di sabato prossimo, il presidente Andrea Agnelli, Marotta e Allegri si vedranno per la decisione definitiva.
Scudetto con e senza la Var
«Faremo le valutazioni partendo dalla volontà dell’allenatore», ha spiegato il dirigente. Poi ha parlato ancora dell campionato appena vinto, il primo con la Var. «Era importante vincerlo anche quest’anno, ci siamo riusciti. – ha ribadito Marotta -. Siamo sempre stati tacciati di avere rubato i risultati, questo campionato ha dimostrato che con Var o senza Var la Juventus è sempre vincente. È uno strumento utilissimo, va perfezionato e vanno estesi i campi di intervento».

La nostra forza le critiche dice Marotta

Marotta ha fatto anche notare come le critiche ricevute abbiano dato la carica a tutto l’ambiente: «Più ci attaccavano più ci caricavamo. La Juventus ha questa grande forza, di resistere a critiche qualche volta eccessive, che si trasforma poi nella nostra capacità di non morire mai». Che gli attacchi e i veleni abbiamo dato nuovo slancio ai bianconeri lo riconosce anche il vicepresidente Pavel Nedved: «Le polemiche degli altri ci hanno dato la carica, il Napoli ci ha dato lo stimolo in più. Perché rivincere quest’anno è stato più difficile che mai: le motivazioni dei giocatori erano indirizzate soprattutto sulla Champions, gli stessi tifosi a inizio anno non avevano la giusta carica per il campionato, ma la voglia di dimostrare di essere i più forti alla fine ci ha dato la spinta per vincere ancora».

Leggi il metodo per vincere almeno trenta euro al giorno con le scommesse.

Leave a Comment

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat Domande? Clicca per avviare Whatsapp!