Registrati o Accedi per entrare nel Social

Capello lascia lo Jiangsu: la conferma arriva da Sabatini

Condividi questo articolo

Fabio Capello lascia la guida dello Jiangsu Suning, club di Nanchino che milita nella massima divisione cinese, la Chinese Super League. L’allenatore italiano ha chiesto e ottenuto la risoluzione del contratto.

Era una decisione ormai nell’aria, il rapporto con la società non era più idilliaco.

Capello ha spedito i suoi rappresentanti in Cina per trattare e mettere in pratica la separazione consensuale.

Operazione andata in porto. Capello era stato indicato da Walter Sabatini, direttore dell’area tecnica di Suning Sports Group. L’allenatore aveva un contratto che lo legava fino a dicembre del 2018, per un compenso di otto milioni di euro a stagione. Con tre punti nelle prime tre gare di campionato, il suo inizio non è stato facile. Però finora non aveva potuto utilizzare Boakye e Ramires, i due gioielli stranieri. «Suning ha apprezzato il lavoro della stagione precedente quando Capello, con maestria ed esperienza, ha tirato fuori la squadra da una situazione difficile. Tutto si è svolto nel rispetto dei ruoli e della storia», ha detto Sabatini nel confermare la notizia del divorzio.
Fabio Capello ha 71 anni e nella sua lunga carriera di allenatore ha vinto tanto, in Italia con Milan, Juve e Roma e in Spagna con il Real Madrid. È stato anche commissario tecnico di due Nazionali, prima l’Inghilterra e poi la Russia. L’anno scorso l’ingaggio da parte del club cinese.
Al termine della stagione ha portato lo Jiangsu al dodicesimo posto in classifica, centrando l’obiettivo per il quale era stato chiamato, una sofferta salvezza. La campagna acquisti non deve avere lasciato soddisfatto l’allenatore italiano. In particolare, la cessione in prestito, al Beijing Renhe, di Benjamin Moukandjo, attaccante camerunense rivelatosi determinante per Capello nell’ultima parte dello scorso campionato. La vittoria alla prima giornata del campionato aveva raffreddato i dissapori, ma in seguito sono arrivate due sconfitte. Ed il divorzio.

Leave a Comment

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si No
WhatsApp chat Domande? Clicca per avviare Whatsapp!